lunedì 29 settembre 2014


lunedì 8 settembre 2014



a
LUCCA
5-28 settembre 2014
a cura di Alessandra Ioalè



mercoledì 20 agosto 2014

  L'ETÁ DELL'ANIMA HA LE ESTATI CONTATE 
una trilogia Dehors/Audela
Nomadica, Capo d'Orlando
23 agosto

L'estate dell'anima come stagione sovrana, pre-sentimento dell'effimero, sospensione carica d'attesa per l'istante di rottura - quello in cui ti manca la terra sotto i piedi -  confutando l'uomo che ha posto le sue speranze nel giorno che succede al presente e ri-partendo da Bataille: (È servile pensare innanzi tutto alla durata, utilizzare il tempo presente a profitto dell'avvenire, cosa che facciamo quando lavoriamo.... ciò che è sovrano è il godere il tempo presente senza guardare ad altro all'infuori di questo tempo presente).


mercoledì 23 luglio 2014



a Melbourne




mercoledì 9 luglio 2014





Corpi mistici, irrequietezza dell'essere nella sua imprendibilità 

Ulteriori transizioni di anime e carne. Sacralità blasfema della difformità conquistata per evaporazione digitale delle forme. Sparizioni fototemporali. Desiderio dissidente d'uscir fuori dall'identificazione. Assentarsi per dilatazione, sovrapposizione, sovrascrittura, dispersione dei contorni, rinegoziazione della presenza del corpo nello spazio. 

Caduta infinita e barocca del peso d'esserci. Giunture e grovigli che sfidano l'anatomia, esaltando e al contempo assaltando la forza plastica dell'animale uomo 

Cogliere l'ineffabile, nel pieno della nostalgica melancolia dell'effimero, è il tentativo di non perdere ancora quel passaggio a senso unico e ancora irripetibile d'uno spettro di luce davanti ai nostri sensi. Immagini orfane di obiettività. Illusioni di grazia visiva. È indistinta l'immagine che ho davanti. Non si tratta di lenti, non si tratta di gradi. Quel che c'è non può vedersi che di tal fatta, inafferrabile, sgusciante, imprendibile e misterioso.





lunedì 30 giugno 2014


PROFONDO/CHE HA FORTE RADICE NELL'INTIMO DEL CUORE